E poi un pezzo

E poi un pezzo
di te muore. È un

brandello di pelle,
forse solo un’idea che
non vale più tanto.
Un amore? Un ricordo?
Chi sa. Ma muore. E
nulla può essere più
come prima. Puoi far
finta che sia possibile
il contrario ma no,
non è così. È la Vita,
ti spiega chi sa. E
forse è vero…
Ma un po’ muori,
anche tu, quel
giorno. E non c’è
resurrezione su cui
scommettere per
salvarsi. Lontano, da
qualche parte nel
mondo, chi sa quale
tua ombra conserva
ancora ciò che non
sei più né sarai.
Perché così vanno le
cose quando a dire
l’ultima Parola è il
cuore più vile…

(13 settembre 2012)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *