La luce oltre il buio

L’Uomo Qualunque abita qui. Ha l’accento greco, lo sguardo spagnolo. I capelli scuri da musulmano. La puzza sotto il naso alla sveva.

Calafrica, 2019. La politica è sporcaGli onesti stanno a guardareQui tutti sono ladri. Una cascata di luoghi comuni ci travolge. Porta via ogni buona volontà residua, arma l’ignavo eccellente di turno. Così, davvero, tutti restano alla finestra. A predicare verità assolute. Ben coperti.

Sia chiaro. Di furfanti vecchi e nuovi il mondo politico jonico è pieno. Di falsi intellettuali, santi puttani, funamboli d’ogni stagione e bari è zeppo il panorama elettorale del momento. Gente che millanta di tutto, che garantisce voti, idee e programmi. Ma è un bluff, spesso e volentieri.

Fin qui lo sporco. Tuttavia c’è del buono anche all’ombra dei furbetti del quartiere. Più di una luce nel buio attuale. Ci sono persone perbene che hanno idee eccome. E soluzioni, pensieri positivi, proposte. Un oceano di occasioni finora perse, intelligenze, onestà.

Sono i fantasmi del Sud più bello. Quelli che se ne stanno in disparte. Un esercito di uomini e donne capaci che bruciano le proprie energie nel trovare la scusa giusta per non sporcarsi le mani, non spendersi . Anche stavolta faranno così. Ed è il loro peccato mortale. Imperdonabile.

Alza la voce. Mostra il tuo viso serio. Fallo. Se no vinceranno di nuovo loro: e poi sarà vana ogni recriminazione. Fanculo le parole: lotta.

#enoncènientedacapire

A CHI ESITA

2 commenti su “La luce oltre il buio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *