Inferno-Sibaritide

Oltre il vicolo locale. Al di là dei paletti sibariti. Ora diventa emergenza vera, e terribile pure, la catena di eventi delittuosi andati in scena nella Piana di Sibari nelle ultime settimane.

Anche il Tg3 Calabria se ne accorge. Nell’edizione delle ore 14 del 15 gennaio, la giornalista Erika Crispo cerca di capire cosa stia succedendo nella pancia della Sibaritide. Si parte dall’estate scorsa a Villapiana, si finisce all’ultimo sabato di sangue a Rossano. In mezzo: l’orrore coriglianese e le fiamme dolose di Sibari.

Qualcosa si muove, ora è certo. Nulla è casuale, in questi casi. Niente può nascere da qualche testa soltanto. Rai 3 se lo fa spiegare da uno dei cronisti più addentro a queste dinamiche, il direttore di AltrePagine.it, Fabio Buonofiglio. Che prende per mano la troupe televisiva e la porta in giro, fino al porto di Schiavonea.

Come sempre, il nostro Fabio non le manda a dire. Cirò si riorganizza, come malaffare, e così fa la Piana sibarita. I cui locali, oltretutto, possono essere molto interessati alla nascita della nuova città unita e a ciò che, come opere pubbliche e appalti, può portare. Insomma, c’è una bella torta pronta da essere sfornata e nessuno vuole farsi trovare impreparato, a tutti i costi.

Così, con pochi e illuminanti accenti, viene spiegato ciò che accade nel neo Inferno jonico. Nessun verbo difficile, nessun giro di parole: perché certo che è emergenza e, quando si è in guerra, non si può giocare con fionde e spintoni. Il servizio del Tg3 ci lascia questa consapevolezza: non che non lo sapessimo da soli. Diciamo che adesso lo sappiamo… di più.

Lo sanno i giornalisti, lo sa la gente comune. Lo sappia anche chi ha l’ambizione di candidarsi a guidare la nuova Corissano: ci faccia capire che è consapevole di ciò con cui ha a che fare e che ha le mani pulite e le palle per accettare anche questa sfida.

Un commento su “Inferno-Sibaritide”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *