Settembre

Un clacson parla
al lungomare, ma da

lontano. Più in là,
il tempo è strattonato
da un motorino che
impenna nell’eco
del passo pesante
d’un paio di vecchi.
E basta.
A mare una bicicletta
sprofonda tra sabbia
e pietre: qualcuno
l’ha scordata laggiù,
distrattamente.
Stasera chiederà la
via per tornare a casa
alla luna: se non ci
saranno nuvole,
saprà come fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi