Certe primavere

Come in certe
primavere quando

però non è marzo
e il calendario dice
d’altri giorni e
differenti respiri…
così il tuo essere
dentro di me è
regola non scritta,
parola non detta,
dio non conosciuto.
Ha un senso?

Nuvole d’improvviso
piangono petali
trasparenti: forse
in temporali così
stanno le nostre
risposte, Cuore.

(28 giugno 2018)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *