Rosa dell’alba

Di te, rosa
dell’alba, amo

finanche
la carezza
crudele delle
spine
e il dolore
che il desiderio 
di sfiorarti un
poco mi
regala.
Così il primo 
sole ci
sorprende:
ed è follia
irrinunciabile
questo ferirsi
che ci fa
vivere.

(5 ottobre 2017)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *