Esser ricco

Se tu mi regali
le tue mani, e non

sei avara delle
carezze che solo
le tue labbra
sanno offrirmi,
io posso davvero
dirmi d’esser
ricco.
Le piccole cose
ti mendico e
già ho il mondo
che m’appartiene:
vieni, regalami
il tuo fianco e il
tuo respiro.
E stiamo così,
senza promesse
o altre virgole
assurde. Che sia
della Luna l’unica
voce ancora con
un senso.

(21 luglio 2016)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi