E quindi, dimmi

E quindi, dimmi:
ti fa tanto paura

volare? Respirare
il cielo, affrontarlo,
sentirne tutti’il 
peso contro…
La Vita mica è un
calendario e
basta. Neppure
le lancette d’un
orologio, da sole,
la possono dire:
arriva, scivola trai
polpastrelli, lascia
come un senso
di nausea certe
volte. E via, e basta.
Tu che vuoi farne,
dunque? Dimmi:
stavolta non sarò
qui a inventarmi tuo
scudo, aspetterò.
Apri le ali.
E che sia quanto 
dev’essere stavolta.
Il Tempo non ci
farà ulteriori sconti
per sempre…

polpastrelli, lascia
Come Un senso
Di Nausea Certe
Volte. E via, e basta.
Tu che vuoi farne,
dunque? Dimmi:
stavolta non sarò
qui a inventarmi tuo
scudo, aspetterò.
Apri le ali.
E che sia quanto 
dev’essere stavolta.
Il Tempo non ci
farà ulteriori sconti
per sempre…

(5 maggio 2014)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi