Nel mio letto

Nel mio letto
il tuo sapore resta.

Così il tuo bacio
quando io violo
il tuo sguardo.
E i tuoi polsi
serrati, costretti
al piacere.
Forse è vero,
la felicità
non esiste.
Ma tu, mia
primavera, ci
somigli tanto…

(18 marzo 2014)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *