A Roberta – Nemica mia carissima

E poi la Notte scivola
sui nostri giorni, ne

fa scempio, ride senza
pietà delle ombre
che ci uccidono piano.
A che servono le
parole, allora, dimmi
quali dolori possono
lenire? Silenzio,
dunque, ascolta soltanto
il tuo respiro.
Domani, forse, tutto
sembrerà così lontano:
domani… quando
sarà chiaro che per amore
non si muore, no. Pure,
tu sentirai che un
poco della tua vita non
cammina più con te.
Per sempre.
E nessun’altra parola
ti potrà svelare ciò
che solo le tue lacrime
sanno raccontarti.

(28 gennaio 2014)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi