Non servono parole

Non servono parole,
il respiro basta. Con la

certezza che tutto è
già scritto da qualche
parte. Il cuore non sa cosa
sia il ritmo regolare
dell’orologio. Va per i
fatti suoi, a volte frena,
oppure va all’indietro.
La verità è che l’Amore è
una malattia passeggera,
rara, spesso bugiarda.
Un soffio e già sparisce,
portato via dal vento della
Primavera. E’ tarassaco
muto, è odore di mare che
sale la fiumara. E’ dolore
vile che fa fremere le
carni. Oggi più di ieri, mai
sazio. Cancrena virulenta che
soffoca il sogno degli
ingenui…

(19 maggio 2013)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *