Lo so. Ora

Lo so. Ora anche
tremare fa male. E

pensare, dirti di
me, del mio mare
che è tempesta.
Allora, lascia che sia
il silenzio a dirmi.
E la paura, forse,
andrà via: darà
sollievo alla mia
pelle ferita. Lasciami
qui, ora:
nel buio delle tue
mani che mi hanno
ucciso ancora.
Nel sale del tuo
parlare che
è croce per ciò
che fu
amore.

(16 novembre 2014)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi