Cercando stanotte

Ti sto cercando
stanotte, mentre

vivo di chilometri
d’asfalto e colpi
di sonno.

Ciò che mi dici
viaggia con me:
anche la paura
che il tuo cuore
fa pesante.

Una curva e poi
ancora la notte e
i suoi dolori che
fanno sanguinare
l’anima.

Un po’ di coraggio
basterebbe: “noi”
potrebbe essere
la meta giusta,
stavolta.

Ma siamo come
quel navigante
che non usa le
bussole né legge
le stelle.

Guardiamo il
sole galleggiare
sul mare: ignari
se sia l’alba o
la sua fine.

(16 agosto 2015)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *