I Minimi e l’altra Corigliano

A metà strada tra la Fede e l’odore acre dei vicoli antichi. Padre Giovanni Cozzolino presenta il suo volume “San Francesco di Paola e l’Ordine dei Minimi a Corigliano Calabro”.

L’evento culturale va in scena presso la Sala convegni “Michelangelo Baldassarre” di Cosenza.

A organizzare il tutto ci pensano l’Archivio di Stato, l’Universitas Vivariensis e lo stesso Ordine dei Minimi. L’appuntamento pomeridiano prevede l’inaugurazione di una mostra iconografica dedicata a San Francesco, quindi una santa messa in onore dello stesso Santo e infine la presentazione dell’Opera di Cozzolino. Si parte alle ore 17,30.

Con l’Autore del volume in questione ci saranno anche Anna Maria Letizia Fazio, direttore dell’Archivio di Stato, Pasquale Pellegrino in rappresentanza del Consiglio comunale di Corigliano, lo scrittore Attilio Romano e lo storico Enzo Cumino.

Padre Cozzolino descrive cinquecento anni di presenza religiosa nel Coriglianese. Analizza l’importanza dei Minimi anche in rapporto alle vicende umane del territorio locale. Di fatto scrive degli autentici Capitoli di Storia cittadina. Lo fa con la passione di chi resta per sempre legato alle proprie radici. Con un linguaggio diretto, senza eccessiva retorica.

Per chi ha avuto la fortuna di leggere in anteprima il volume non ci sono dubbi: «È un libro che a Corigliano dovrebbero studiare a scuola per avere chiara l’identatà  e l’orgoglio di essere Coriglianesi». Comunque si tratta di un’Opera in cui, una volta di più, viene narrata la “faccia positiva” di un territorio con cui la Letteratura è stata spesso avara di buoni commenti.

Anche questo è un merito di Padre Giovanni Cozzolino. Un motivo in più per fargli un sincero plauso.

(27 maggio 2011 – facebook)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *