Polvere di giorno

Eppure il sole (eccolo)

d’improvviso proiettato

nelle nostre iridi che

s’illudono con poco.

Carpe diem

L’Uomo che sa vivere

del necessario non

si perde nell’orizzonte

con il vento in faccia.

Oltre, credici

Il dito punta la luna

e l’ingenuo bestemmia

alla nuvola dispettosa

di ‘sto film senza finale.

Tutto scorre

Ed il tramonto arriva

a spegnere ogni luce

(nostalgia di dialoghi)

d’ogni residua illusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi